figura osteopata, blog

L’osteopatia oggi

L’Osteopata è da due anni a questa parte una figura professionale in fase di regolamentazione in Italia e già riconosciuta a pieno titolo come Professione Sanitaria in diversi Paesi.

L’Italia è prossima al riconoscimento dell’Osteopata come Professione Sanitaria dopo che, con la legge 3/2018 (“Legge Lorenzin”) del gennaio 2018, l’Osteopata, assieme al Chiropratico, è stato individuato come Professione Sanitaria a pieno titolo, anche se per il suo pieno riconoscimento si attendono ancora diversi provvedimenti attuativi.

In particolare, come previsto dalla stessa legge Lorenzin (articoli 6 e 7) per l’istituzione di nuove professioni sanitarie si prevedono diversi passaggi:

  • Accordo Stato Regioni per individuazione titolo professionale ambito di attività, criteri di valutazione dell’esperienza professionale e criteri per il riconoscimento dei titoli equipollenti (incontro svolto nel settembre 2020 dove si è ritenuto necessario un ulteriore approfondimento tecnico);
  • Due pareri del Consiglio superiore di sanità (uno alla Stato Regioni e uno ai ministero della’Università e della Salute);
  • Successivo decreto Miur-Salute per istituzione dei Corsi di Laurea e del relativo ordinamento didattico.

I tempi per ottemperare a queste scadenze sono ampiamente scaduti (l’accordo in Stato Regioni che doveva dare il via all’iter avrebbe dovuto essere sancito entro metà maggio del 2018) e così gli Osteopati (e con loro i Chiropratici) si trovano di fatto in una situazione di stallo, un vero e proprio “limbo”.

 

l'osteopatia oggi, blog

Cos’è l’Osteopatia

La definizione di Osteopatia cui si fa spesso riferimento è quella contenuta in un draft dell’Oms del 2010 dedicato ai principi guida cui dovrebbe attenersi la formazione per la figura dell’Osteopata.

Questa la definizione dell’Oms, che inserisce in ogni caso la branca nell’ambito delle medicine tradizionali/complementari e alternative:

“L’osteopatia (chiamata anche medicina osteopatica) si basa sul contatto manuale nella fase di diagnosi e trattamento. Essa rispetta la relazione tra corpo, mente e spirito in condizioni di salute e malattia: l’accento viene posto sull’integrità strutturale e funzionale dell’organismo e la tendenza intrinseca di quest’ultimo verso l’autoguarigione.

Gli osteopati si avvalgono di un’ampia serie di tecniche manuali terapeutiche finalizzate a migliorare la funzionalità fisiologica e/o a sostenere l’omeostasi che sia stata alterata da una disfunzione somatica (della struttura corporea), vale a dire una funzionalità compromessa o alterata di componenti del sistema somatico in relazione tra di loro: strutture scheletriche, artrodiali e miofasciali, e i relativi elementi vascolari, linfatici e neurali.

Gli osteopati sfruttano le proprie conoscenze sul rapporto tra struttura e funzione per ottimizzare le capacità di autoregolazione e autoguarigione dell’organismo. Tale approccio olistico nei confronti della cura e della guarigione dei pazienti si basa sull’idea che un essere umano rappresenta un’unità funzionale dinamica, nella quale tutte le parti sono interconnesse e che possiede dei propri meccanismi di autoregolazione e autoguarigione.

Una componente essenziale dell’assistenza sanitaria osteopatica è rappresentata dalla terapia manuale osteopatica, di solito chiamata trattamento manipolativo osteopatico (TMO), che corrisponde a tutta una serie di tecniche manipolative che si possono combinare con altri trattamenti o consigli, per esempio su alimentazione, attività fisica e postura o consulenza psicologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 novembre: Open Day gratuito Online ed in Presenza - Corsi di Osteopatia